Pag. 1 | 2| 3
Trancio di Branzino marinato al forno e Condiriso Berni
Tagliare i due filetti di Branzino a metà per il senso della larghezza. Tritare bene l’aglio e la maggiorana, metterli in una ciotola e stemperarli con l’olio del Condiriso.

Versare il condimento in una piccola teglia da forno in metallo o in ceramica, rigirare e ungere i filetti e lasciarli marinare per circa 15 minuti. Cuocere i filetti in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti.

Preparare i piatti di portata con un letto di insalata o misticanza e le verdure del Condiriso originale Berni e adagiarvi i tranci di Branzino. Versare la maionese in un sac à poche e decorare i bordi dei piatti con con alcuni riccioli di salsa.

Dosi per 4 persone

1 vasetto di Condiriso Originale Berni

2 filetti di Branzino

Uno spicchio di aglio

Alcune foglie di maggiorana fresca

Insalata o misticanza a piacere

Maionese

Quagliette tostate, uova di quaglia e Condiriso originale Berni
In un pentolino portare a ebollizione l’acqua, depositarvi con attenzione le uova per evitare che si rompano e lasciarle cuocere per circa quattro minuti.

Togliere il pentolino dal fuoco, raffreddare le uova sotto l’acqua corrente e pelarle. In una padella antiaderente versare un filo di olio extravergine di oliva e rosolare le quagliette sino a che non saranno ben dorate e croccanti: basteranno circa cinque minuti per lato.

Preparare i piatti di portata preparando un letto con la misticanza. Tagliare a metà le uova di quaglia e disporle intorno al letto di insalata e, nel centro, adagiare le verdure del Condiriso originale.

Finire la guarnizione del piatto sistemando i petti e le cosce di quaglia. Condire con olio extravergine di oliva e servire.

1 vasetto di Condiriso originale Berni

8 petti di quaglia

8 cosce di quaglia

12 uova di quaglia

Misticanza

Olio extravergine di oliva

Ricciola e Condiriso Berni in agrodolce
Versare abbondante acqua in una pentola e portarla a ebollizione; sbucciare e tagliare a cubetti le patate e cuocerle in acqua bollente per circa cinque minuti e, infine, raffredarle sotto l’acqua corrente.

In una padella antiaderente versare un filo di olio extravergine di oliva e scaldarlo a fuoco basso; nel frattempo praticare dei tagli paralleli sui filetti di ricciola e adagiarli nella padella con l’olio già caldo e alzare la fiamma.

I filetti cuociono in un paio di minuti al massimo: appena pronti toglierli dalla padella e, in quest’ultima, aggiungere un cucchiaino di zucchero e quattro cucchiai di aceto tradizionale balsamico e lasciar restringere per circa un paio di minuti.

In una ciotola unire e mescolare le patate insieme al Condiriso e disporle nel centro dei piatti di portata. Tagliare ogni ricciola in quattro fette di uguale larghezza e disporle a quadrato intorno al composto di patate e Condiriso. Prima di servire guarnire con la salsa agrodolce.

1 vasetto di Condiriso Berni

filetti di Ricciola

Zucchero

Aceto balsamico tradizionale di Reggio Emilia oppure di Modena a piacere

Tre patate di media grandezza

Pag. 1 | 2| 3
insalata di riso ricette